Grazie Monti per l’ennesimo regalo alle banche: i pensionati saranno obbligati ad aprire un conto bancario o postale.

Pubblicato: gennaio 3, 2012 in I miei Pensieri
Tag:, , , , ,

Le nostre pensioni in mano alle banche

Proposito per il 2011? Scrivere di più… Da oggi riprendo in mano il mio blog: tempo di scrivere ne ho poco, anzi sempre meno, però sento davvero il BISOGNO di condividere le mie idee.

Oggi voglio parlare di questa ennesima novità, l’ennesimo regalo del premier-incaricato Monti. A proposito… ricordiamoci tutti della parola “incaricato”, poiché anche se i giornali asserviti non la usano, è bene non scordare che Monti non è un premier a tutti gli effetti, dato che non è stato eletto da nessuno.

La novità consiste nel fatto che, a partire dal mese di Marzo, i pensionati con pensioni superiori a 1000 € al mese (che in Italia sono circa 450.000), non potranno più ritirare la loro pensione in contanti. La misura e’ prevista dalla manovra correttiva approvata a dicembre. La legge 214/2011, infatti, ha stabilito che le pubbliche amministrazioni devono utilizzare strumenti di pagamento elettronici disponibili presso il sistema bancario o postale, per la corresponsione di stipendi, pensioni e compensi di importo superiore a mille euro.

In questo modo, di fatto, il governo obbliga per decreto 450mila persone ad aprire un conto corrente bancario o postale, un libretto postale o una carta ricaricabile, naturalmente sostenendo le relative spese di gestione, apertura e chiusura del conto.

La cosa è inaccettabile poiché non ha alcun risvolto vantaggioso per il pensionato e, anzi, ne limita la libertà. E’ curioso sentire le motivazioni che hanno spinto ad approvare con tanta solerzia questa legge: Mastrapasqua, presidente dell’INPS, ha dichiarato infatti che l’iniziativa è volta a proteggere i pensionati dal pericolo dei furti che sono in continuo aumento. Inoltre con questo sistema tutti riceveranno la pensione più velocemente.

A me onestamente sembrano delle “scuse” talmente idiote da rappresentare un insulto all’intelligenza di chiunque! La pensione, dopo il primo mese, la si riceverà sempre dopo 30 giorni, quindi l’intervallo di tempo sarà sempre il medesimo: mi pare un concetto elementare e inconfutabile. Per quanto riguarda la sicurezza dei pensionati… beh, strano che si pensi solo ai pensionati che guadagnano più di mille €. E’ chiaro che uno che ne guadagna 600 non merita la stessa considerazione, per sua fortuna, altrimenti anche lui sarebbe obbligato a pagare spese di gestione di un conto perennemente asciutto.

A me pare l’ennesimo regalo fatto alle banche, non una misura per tutelare gli anziani che, al contrario fanno fatica gestire una carta ricaricabile o un bancomat, ricordando i numeri, i codici segreti, i PIN, ed effettuando le operazioni agli sportelli automatici. Qualcuno penserà che ci sono sempre gli sportelli fissi a cui potersi rivolgere… peccato che grazie all’ultima manovra, i costi per ogni operazione fatta allo sportello siano aumentati in modo esorbitante, quindi chi non riuscirà ad adeguarsi ai nuovi sistemi… dovrà pagare due volte: una per un servizio CHE NON VUOLE, ed una per poter ritirare i suoi soldi parlando con una persona invece che cercando di interagire con una macchina.

Amici, facciamoci sentire perché qui viene colpita ancora una volta la libertà delle persone a favore delle banche ma, la cosa più grave, è che vengono colpite quelle persone che non hanno la voce e nemmeno la forza per gridare la loro indignazione!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...